Home Notizie Archivio 2014 60 anni di eccellenza italiana: Siemens Italia apre le porte del Laboratorio di prove SVEPPI
60 anni di eccellenza italiana: Siemens Italia apre le porte del Laboratorio di prove SVEPPI Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

02 Gennaio 2014

Dalle prove di corto circuito alle prove per i sistemi di diagnostica e monitoraggio: SVEPPI fa il check up agli apparecchi delle sottostazioni elettriche


Siemens Italia annuncia la nuova attività del Laboratorio SVEPPI: accanto alle prove di corto circuito per cui vanta 60 anni di storia, il laboratorio veneto si concentrerà sul testing delle soluzioni di monitoraggio e diagnostica per gli apparecchi negli impianti di trasmissione e distribuzione. Già inserite nel portafoglio internazionale le soluzioni di diagnostica sviluppate a Scorzè.

“Ripartiamo da quello che funziona per guardare in avanti. Ripartiamo dalle tante eccellenze industriali e territoriali che abbiamo nel nostro Paese, spesso nascoste, frutto di professionalità appassionate che non si arrendono alla crisi”, così Federico Golla, Amministratore delegato di Siemens Italia a margine dell’evento organizzato presso il Laboratorio Sveppi. “Scorzè è un esempio virtuoso di valore aggiunto locale che le multinazionali sono in grado di creare grazie alle competenze maturate dai nostri ingegneri”, aggiunge Golla.

Il Laboratorio di Scorzè è un concentrato di competenze che ha permesso a Siemens negli ultimi anni di ampliare il business delle prove.

Oggi il team è in grado di realizzare test di corto circuito su apparecchiature elettriche per i propri clienti ma anche test di monitoraggio e diagnostica delle sottostazioni. Questa attività in particolare ha consentito in anni recenti di sviluppare nuove soluzioni che, oltre a servire il mercato italiano, sono già state inserite nel portafoglio internazionale della casa madre.

Dotata di attrezzature all’avanguardia, la nuova sala per prove dielettriche in media tensione è tra le componenti del Laboratorio grazie a cui vengono elaborati algoritmi sofisticati per il controllo delle apparecchiature elettriche delle sottostazioni.

Infine, tra le novità l’Audit on site, ossia controllo e verifica in sito dello stato di conservazione dell’apparecchiatura in esercizio.

In virtù della qualifica di organismo di valutazione rilasciata da primari enti di certificazione ai sensi del DPR n.43/2012 e reg. CE n.305/2008, Siemens organizza corsi di formazione e sessioni di valutazione rivolte in particolare a costruttori di apparecchiature elettriche, manutentori, installatori, enti elettrici, etc. Finora il team ha formato e valutato oltre 60 persone.

Nato nei primi anni ‘50, il Laboratorio Sveppi – Stazione Veneta per Prove di Potenza su Interruttori – è un riferimento per il mercato italiano per le prove di corto circuito su trasformatori e interruttori di media e alta tensione. Oltre 5000 sono le giornate di test di potenza gestite dalle sue origini ad oggi.

Le principali apparecchiature testate sono trasformatori di distribuzione di taglia medio-bassa fino a 10/15 MVA; interruttori e quadri di media tensione fino a 24 KV e 16 KA; sezionatori per correnti breve durata fino a 63 KA; trasformatori di corrente e catene di isolatori per linee aeree di alta tensione.

Siemens è una multinazionale che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità, fornendo, inoltre, soluzioni all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 165 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 370.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre l’esercizio fiscale 2011/2012 con un fatturato di 78,3 miliardi di Euro e un utile netto di 5,2 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.800 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2011/2012 con un fatturato di 2,1 miliardi di Euro e ordini per 2 miliardi di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede stabilimenti produttivi e centri di competenza e ricerca & sviluppo di eccellenza mondiale. www.siemens.it

Laboratorio SVEPPI: 60 anni di eccellenza Italiana

Cenni storici

Il Laboratorio SVEPPI – Stazione Veneta per Prove di Potenza su Interruttori – nasce nei primi anni ’50 come primo laboratorio italiano fisso di prove di corto circuito con alimentazione elettrica da rete.

Di proprietà della SADE (Società Adriatica di Distribuzione dell’Energia Elettrica) fu costruito nel perimetro della sottostazione elettrica di Scorzè (VE) per l’elevato livello di assorbimento di energia elettrica necessario alle prove di potenza su interruttori di alta e media tensione.

La sottostazione elettrica (245/145 kV) – oggi di Terna – venne costruita per raccogliere e distribuire l’energia elettrica in arrivo dalle centrali idroelettriche del

Cadore e della valle del Piave, compresa quella prodotta grazie all’invaso del Vajont.

SADE in quel periodo era proprietaria anche delle Officine Elettromeccaniche Galileo di Battaglia Terme che con la ricostruzione post bellica cominciarono a produrre apparecchiature elettriche e non solo meccaniche.

Nel 1973 dalla fusione dell’azienda Magrini con le Officine Elettromeccaniche Galile nasce la Magrini Galileo, che nel 1984 diventa Nuova Magrini Galileo in seguito all’acquisizione da parte della francese Merlin Gerin. Successivamente, il Laboratorio entra nell’orbita di Schneider Electric e, nel 2001, di quella di Va Tech, che a sua volta verrà acquistata da Siemens nel 2005.

Il Laboratorio supporta in tutto questo periodo lo sviluppo degli interruttori costruiti nello stabilimento di Battaglia Terme fino al 2007.

Oggi

A partire dal 2008 Siemens lo trasforma in un laboratorio di prove al completo servizio del mercato dei produttori italiani di apparecchiature elettriche, dando inizio anche a nuove attività di prova di tipo dielettrico.

Capace nella sua lunga storia di mantenere la propria identità, il Laboratorio, continua a crescere, consolidando il parco clienti e acquisendone di nuovi.

Le principali apparecchiature testate sono:

  1. Trasformatori di distribuzione di taglia medio bassa fino a 10/15 MVA
  2. Interruttori e quadri di media tensione fino a 24 KV e 16 KA
  3. Sezionatori per correnti breve durata fino a 63 KA
  4. Trasformatori di corrente
  5. Catene di isolatori per linee aeree di alta tensione
  6. Area del laboratorio: 16.000 mq di proprietà Siemens

Dalle prove di potenza all’audit on site e alla formazione L’attività del Laboratorio è un concentrato di competenze che hanno permesso negli ultimi anni di ampliare il business delle prove. Oggi Sveppi è in grado di realizzare per i clienti di Siemens attività di Audit on site, ossia controllo e verifica dello stato di conservazione dell’apparecchiatura in sito del tipo GIS (sottostazioni elettriche isolate in SF6).

In Italia a seguito dell’emissione del DPR n.43 del 27 gennaio 2012 che recepisce il regolamento CE n° 842/2006 e i successivi collegati fra cui il regolamento CE n°305/2008 sono stati definiti nuovi obblighi per le imprese, gli operatori e il personale addetto al recupero di gas SF6 al fine di assicurarne il riciclaggio, la rigenerazione o la distruzione. Il personale addetto al recupero del gas SF6 deve essere certificato in termini di idoneità a svolgere tale attività.

I certificati di idoneità vengono emessi da enti di certificazione.

Siemens è stata qualificata come organismo di valutazione da alcuni primari enti di certificazione e in virtù di questa qualifica organizza giornate di formazione e valutazione rivolte in particolare ai costruttori di apparecchiature elettriche, manutentori, installatori, enti elettrici, etc.

Sala Dielettrica – Monitoraggio e diagnostica

Oltre alle prove e formazione il Laboratorio ha diversificato il proprio business concentrando sul laboratorio stesso la filiera di messa punto delle soluzioni di monitoraggio e diagnostica con il ruolo di provatore e verificatore.

In particolare vengono eseguite prove e studi per definire gli algoritmi da implementare nei moduli utilizzati per il monitoraggio e la diagnostica delle apparecchiature elettriche di una sottostazione sia in alta sia in media tensione.

La sala dedicata alle prove dielettriche dispone di un generatore per impulsi atmosferici fino a 400 kV, un generatore per prove a frequenza industriale di tensione applicata e un generatore a frequenza industriale di tensione indotta.

Le catene di misura presenti nella sala sono tarate con riferimenti metrologici nazionali e lo spinterometro a sfere viene utilizzato per verifiche intermedie.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Gennaio 2014 09:16