Home Notizie Archivio 2013 Costruire la sicurezza per strumenti e collegamenti
Costruire la sicurezza per strumenti e collegamenti Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

14 Gennaio 2013

Pepperl+Fuchs investe in Italia per produrre soluzioni a prova di fiamma e antideflagranti


La realizzazione di un impianto industriale, aperto da Pepperl+Fuchs vicino a Milano, consente alla filiale italiana del gruppo di Mannheim di progettare e realizzare custodie di sicurezza per l’industria di processo. L’operazione di avvio della produzione è stata preceduta dall’acquisizione della proprietà intellettuale della linea di prodotti marchiati “Ex d” della società lombarda Anti-Deflagranti Santambrogio (ADS).

L’acquisizione ha consentito a Pepperl+Fuchs di ottenere un’insieme di certificazioni su un’offerta consolidata di prodotti che espandono l’offerta nell’ambito dei contenitori a prova di fiamma e antideflagranti. La filiale italiana di Pepperl+Fuchs, guidata da Charles Hertogh (nella foto), produrrà cassette per aree con pericolo di esplosione, che saranno commercializzate in Italia e all’estero con il marchio Pepperl+Fuchs. L’investimento, oltre all’acquisto dei brevetti, ha comportato anche l’assunzione di personale e la creazione dell’impianto produttivo recentemente inaugurato a Burago di Molgora (MB), nelle immediate vicinanze della sede Italiana di Pepperl+Fuchs di Sulbiate. La nuova realtà manifatturiera di Burago utilizza diversi centri di lavoro, basati su fresatrici aggiornate e automatizzate, destinati alle lavorazioni meccaniche. Alla fine del ciclo di lavorazione e di assemblaggio, nello stabilimento di Burago, i contenitori a tenuta sono sottoposti ai collaudi che verificano la rispondenza alle specifiche richieste dalle certificazioni. I dispositivi classificati secondo la categoria “Ex d” del Cenelec (il Comitato Europeo di normalizzazione elettrotecnica) sono a prova di fiamma e adatti ad operare in ambienti con gas o vapori a rischio di esplosione. I contenitori e le custodie antideflagranti di tipo Ex d devono essere robuste e in grado di resistere a un’esplosione proveniente dall’interno, senza trasmettere le fiamme all’esterno (possono operare in Zona 1). Le nuove linee di prodotti antideflagranti Ex d realizzati nello stabilimento di Burago saranno inizialmente introdotti nell’area del sud e dell’est Europa, poi avranno una diffusione globale, grazie anche alle numerose certificazioni adatte ai diversi mercati.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Gennaio 2013 08:55