Home Notizie Archivio 2013 Fotovoltaico ABB e Power-One
Fotovoltaico ABB e Power-One Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

04 Maggio 2013

Fotovoltaico: ABB acquisisce Power-One per 1 miliardo di dollari


ABB punta sul solare ed ha acquisito Power-One annunciando l'intesa raggiunta dai due Consigli di Amministrazione; la transazione posiziona ABB come fornitore globale leader negli inverter solari, in un mercato che l'International Energy Agency prevede in crescita a un tasso di oltre il 10 percento annuale da qui al 2021. L'intesa. Strutturato come una fusione soggetta al soddisfacimento delle consuete condizioni per la chiusura, tra cui l'approvazione da parte degli azionisti di Power-One nel corso di un'apposita assemblea e il ricevimento delle approvazioni da parte delle autorità antitrust, questo accordo di fusione prevede clausole di protezione.

I fondi di investimento affiliati a Silver Lake Sumeru hanno deciso di comune accordo di votare in favore della transazione. E' previsto che la transazione si concluda nella seconda metà del 2013. ABB finanzierà l'operazione con i propri fondi. Credit Suisse ha agito come consulente finanziario di ABB e Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP hanno operato come consulenti legali. Goldman Sachs & Co. è stato il consulente finanziario di Power-One, mentre Gibson, Dunn & Crutcher i consulenti legali.

ABB punta sul fotovoltaico. "Il solare fotovoltaico sta diventando una leva importante nella definizione del futuro mix energetico perché si sta rapidamente avvicinando alla grid parity - ha affermato il CEO di ABB, Joe Hogan -. Power-One è una società ben gestita ed è ampiamente riconosciuta per il suo ruolo di innovatore tecnologico, focalizzato sul prodotto più qualificante e intelligente nel solare fotovoltaico. Il connubio tra Power-One e ABB è pienamente in linea con la nostra strategia 2015 e creerebbe un player globale in grado di competere con successo e di creare valore per clienti, dipendenti e azionisti."

Un'acquisizione di successo. Per Power-One, che ha generato un valore di 120 milioni di dollari in utili prima di interessi, tasse, svalutazione e ammortamenti (EBITDA) e vendite per circa 1miliardo di dollari, "questa operazione rappresenta un valore significativo per i nostri azionisti e permetterà di accelerare la sua crescita" ha spiegato Richard J. Thompson, CEO di Power-One, quartiere generale a Camarillo, USA, aggiungendo: "insieme possiamo affrontare meglio la domanda crescente di soluzioni innovative nel campo delle energie rinnovabili e rafforzare la nostra leadership globale. Credo che ABB sia il partner giusto e questo è il momento ideale perché le nostre società uniscano le loro forze". Secondo le aziende, questa combinazione ora creerà una crescita significativa, guidata elevata qualità e basata sull'innovazione, poichè gli inverter offrono opportunità di differenziazione.

Non cambierà nulla nella sede italiana. Anche la direzione italiana esprime grande soddisfazione: "l'acquisizione da parte di ABB è del 100% definitiva. Stabiliti tutti i dettagli adesso bisogna aspettare i tempi burocratici (gli enti di controllo come l'antitrust), nel giro di tre mesi l'accordo si chiuderà ufficialmente". Tuttavia, precisa la direzione, l'intera operazione non modificherà l'attività di Power-One in Italia. La struttura, il management e quindi la sede toscana continueranno senza variazioni le loro attività.

"L'85% della produzione di Power-One si svolge in Italia – precisano i vertici della azienda di Terranuova Bracciolini- Questo significa che la fabbrica di Power-One in provincia di Arezzo vale 85% del prezzo di vendita. Questo accordo è la testimonianza della qualità del lavoro svolto da tutto il personale Power-One Italia, 1200 dipendenti tra tecnici e ingegneri. In questo periodo nel quale le aziende in Italia chiudono, noi veniamo acquisiti da una multinazionale di livello mondiale come ABB. Siamo orgogliosi".

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 04 Maggio 2013 21:25