Home Notizie Archivio 2013 Schneider Electric: Servoazionamento LXM 62 DC 130A
Schneider Electric: Servoazionamento LXM 62 DC 130A Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

28 Aprile 2013

Il servoazionamento mette a disposizione 130 A di corrente di picco per i drive principali e per tutte quelle situazioni che necessitano di alte prestazioni


Il servoazionamento LXM 62 di Schneider Electric migliora la gamma di prestazioni dei servoazionamenti multiasse per il sistema di automazione PacDrive con l'aggiunta di una versione per massimo 50 A di corrente continua. È possibile generare facilmente una potenza di picco fino a 130 A per brevi periodi, che lo rende adatto ai più performanti servomotori della serie PacDrive SH3, ed è anche compatibile con coppie di motori e motori asincroni a livelli di prestazioni corrispondenti.

LXM 62 DC130A permette l'utilizzo delle soluzioni servo-based integrate PacDrive per creare unità principali per macchine per l’imballaggio, per la lavorazione della carta, e altre applicazioni. Usato in combinazione con i motori asincroni, può essere incorporato nei meccanismi di diagnostica del sistema PacDrive 3 attraverso la comunicazione integrata SERCOS III. Il servoazionamento LXM DC 130 A si integra perfettamente nel design multiasse di LXM 62. Uno o più alimentatori condivisi guidano tutti i servoazionamenti LXM 62 e i moduli ILM 62 di PacDrive 3. In questo modo, il servoazionamento contribuisce anche alla significativa riduzione dello spazio occupato nell'armadio elettrico (fino al 50%). La densità di potenza è tra le più alte mai raggiunte in questa classe.

Il design a installazione rapida permette al drive di essere integrato nel bus DC senza sforzo. Questa opzione è particolarmente utile per creare una soluzione efficiente dal punto di vista energetico in unità ad alte prestazioni e riutilizzando la forza di arresto altrimenti sprecata, eventualmente in combinazione con un buffer sufficientemente grande. Come tutti i componenti principali del sistema PacDrive 3, il DC 130 A LXM comunica tramite SERCOS III, permettendo così di incorporarlo in progetti integrati di automazione di sicurezza. Le funzionalità di sicurezza del drive, come il dual-channel design dell’Inverter Enable input, soddisfano condizioni fino a SIL 3 (secondo IEC 61508:1998) o PL e (EN / ISO 13849:2006).

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Domenica 28 Aprile 2013 20:40