Home Notizie Archivio 2013 ACH550: l’inverter ABB per HVAC
ACH550: l’inverter ABB per HVAC Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

07 Aprile 2013

ACH550: l’inverter ideato da ABB per il settore HVAC


DL’evoluzione tecnologica unita alla crescente attenzione per la riduzione dei consumi energetici ha portato ad un notevole incremento dell’utilizzo di inverter necessari per il controllo delle UTA. L’inserimento del convertitore di frequenza nelle applicazioni HVAC deve consentire l’ottimizzazione delle macchine e dell’impianto nel suo complesso senza rappresentare nel contempo un ulteriore incremento di criticità. Per questo ABB ha sviluppato gli ACH550, i convertitori di frequenza per il condizionamento, implementando soluzioni hardware e software che rendono questi azionamenti unici nel loro genere. /td>

Con ACH550 ABB ha introdotto un inverter che può funzionare da -15°C a 40°C continuativi e fino a 50°C con il declassamento massimo del 10%. Questo significa che, anche nelle condizioni più gravose, è in grado di erogare la corrente necessaria per far funzionare a piena potenza il motore. Inoltre, dotati di filtro EMC civile integrato gli inverter ACH550 permettono di evitare l'utilizzo di filtri esterni aggiuntivi (anche nelle installazioni civili potenzialmente più problematiche come gli ospedali).

Gli ACH550 sono equipaggiati con "swinging chokes", reattanze a saturazione variabile sul bus CC che permettono di produrre fino al 25% di armoniche in meno con carichi parziali rispetto ad inverter equipaggiati con reattanze tradizionali delle stesse dimensioni.

Funzioni di assistant, pannello di controllo multilingue remotabile, due controllori PID indipendenti e timer integrati permettono un'esclusiva facilità d'utilizzo e controllo del processo.

Gli inverter ACH550 permettono di poter disporre di tutti i vantaggi connessi alla possibile integrazione con i sistemi di regolazione anche noti come BMS (Building Management System) tramite i protocolli bus integrati e più utilizzati nel settore HVAC. Affinchè il collegamento tra BMS ed inverter si possa realizzare tramite bus, è necessario che l’inverter venga dotato di un’interfaccia con i più comuni protocolli utilizzati in ambito HVAC (es. ModBus, N2, FLN e BACnet). L’inverter ACH550 è equipaggiato anche con il protocollo di comunicazione BACnet che è uno standard aperto sempre più richiesto nelle applicazioni HVAC.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 27 Aprile 2013 14:24