Home Notizie Archivio 2013 MIT Technology Review
MIT Technology Review Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

02 Marzo 2013

ABB tra i primi 50 innovatori mondiali secondo la MIT Technology Review

La MIT Technology Review, la rivista ufficiale di scienza e tecnologia del Massachusetts Institute of Technology (MIT), ha citato ABB nella sua lista dei primi 50 innovatori globali per il 2013. ABB, gruppo leader per l'energia e l'automazione, è stata citata per una innovazione tecnologica del 2012 che ha risolto un puzzle di ingegneria elettrica vecchio di 100 anni e ha aperto la strada a una nuova generazione di reti di trasmissione più efficienti e affidabili.

Dopo anni di ricerca, ABB ha sviluppato il primo interruttore al mondo in alta tensione in corrente continua (high voltage direct current - HVDC). Questo interruttore combina una meccanica molto veloce con l'elettronica di potenza e sarà in grado di interrompere flussi di corrente equivalenti alla produzione di una grande centrale entro 5 millisecondi, 30 volte più velocemente del battito di un occhio umano.

Questa innovazione rimuove un ostacolo vecchio di 100 anni allo sviluppo delle reti di trasmissione che consentirà l'integrazione e lo scambio efficiente su larga scala delle energie rinnovabili e consentirà la costruzione di una nuova rete più efficiente in grado di trasportare elettricità su distanze molto lunghe. Le reti in corrente continua, miglioreranno l'affidabilità e la capacità di quelle già esistenti in corrente alternata. ABB è in trattative con utility per l'energia per individuare progetti pilota. “La svolta storica di ABB renderà possibile la costruzione della rete del futuro e costituirà una grande spinta l'integrazione delle energie rinnovabili. Siamo orgogliosi che la MIT Technology Review riconosca l'importanza della nostra innovazione,” ha dichiarato Prith Banerjee, Chief Technology Officer di ABB. “Le reti in corrente continua saranno in grado di collegare paesi e continenti, bilanciare i carichi di esercizio e rinforzare le reti esistenti in corrente alternata.” Lo sviluppo dell'interruttore ibrido in alta tensione in corrente continua è stato un progetto di ricerca di punta per ABB che lo scorso anno ha investito più di 1,4 miliardi di dollari in Ricerca e Sviluppo, un settore che impiega circa 8.000 ricercatori. La tecnologia HVDC è necessaria per facilitare il trasferimento a lunga distanza di energia da centrali idroelettriche, l'integrazione di energia eolica offshore, lo sviluppo di visionari progetti solari e l'interconnessione di diverse reti elettriche. ABB ha aperto la strada all'HVDC quasi 60 anni fa e continua a svolgere un ruolo guida sotto il profilo tecnologico e a essere un leader di mercato. Con i suoi oltre 70 progetti HVDC, ABB rappresenta circa la metà della base mondiale installata, che rappresenta una capacità installata di più di 60.000 megawatts (MW).

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 02 Marzo 2013 21:58