Home Notizie Archivio 2013 Nuovo turbocompressore ABB A200-L
Nuovo turbocompressore ABB A200-L Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

15 Febbraio 2013

Il nuovo turbocompressore ABB A200-L: una rivoluzione senza precedenti

ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione, ha presentato la nuova generazione di turbocompressori a singolo stadio A200-L per motori a due tempi lenti, definendola una rivoluzione tecnologica senza precedenti. Capacità volumetrica aumentata Lo stadio compressore delle A200-L è ottimizzato, incrementando sensibilmente la capacità volumetrica, che sale anche del 30% rispetto ai modelli precedenti ma che mantiene la stessa capacità di sovralimentazione pur essendo un turbocompressore più piccolo di una taglia. Non si era mai visto un progresso così importante nella storia di questi prodotti.

“Lo sviluppo tecnico ha dato esiti molto promettenti” ha dichiarato David Ruch, responsabile dello sviluppo della gamma A200-L. “Questo modello fa un enorme balzo in avanti rispetto ai predecessori, perché ci consente di aumentare la capacità volumetrica senza compromettere l’efficienza, come invece accadeva in passato.”

Michael Lok, General Manager Low Speed Segment, ha aggiunto: “Siamo di fronte a un modello che non scende a compromessi sulle tre variabili chiave che misurano le prestazioni dei turbocompressori: efficienza, rapporto di compressione e capacità volumetrica. A quanto ne so, nessuno ci era mai riuscito finora. Questo rompicapo assillava gli ingegneri fin dalla nascita dei turbocompressori. Per questo diciamo che A200-L è potenzialmente in grado di dare un contributo determinante all’intero settore industriale”.

La densità di potenza del nuovo turbocompressore, se confrontata con altri modelli, è nettamente superiore. Il turbocompressore in genere è uno dei componenti più impegnativi da manutenere a bordo delle navi; con il suo peso ridotto, invece, l’A200-L semplifica di molto le modalità di manutenzione.

Vantaggi per i clienti

L’aumento della capacità volumetrica ha molti vantaggi per i clienti. Innanzitutto, le dimensioni più compatte della A200-L permettono di utilizzare un turbocompressore più piccolo su una vasta gamma di motori a due tempi. Per l’utilizzatore, questo si traduce in una riduzione di pesi, ingombri e, di conseguenza, costi di manutenzione, del costo iniziale di acquisizione e del TCO (Total Cost of Ownership). Inoltre, in considerazione della minor quantità di materiali necessari per fabbricare la A200-L, anche l’impatto ambientale ne beneficia.

“Per molti modelli, i costi di manutenzione relativi alla A200-L si riducono almeno del 25% e, su alcune taglie, anche di più” ha detto Arie Smits, Senior General Manager Global Turbocharging Projects.

I collaudi delle prime installazioni in maggio

L’azienda ha già ricevuto ordini, avviando la produzione. I primi turbocompressori saranno testati sui motori all’inizio di maggio.

“Questa tecnologia rivoluziona i parametri della competitività nel settore dei turbocompressori” ha detto Axel Kettmann, Senior Vice President. “La serie A200-L è molto più efficiente e conveniente, dal punto di vista di costi/prestazioni, di ogni altro prodotto commercializzato finora. Le aziende che non seguiranno questa strada perderanno terreno, perché in questo mercato i clienti guardano soprattutto al risparmio economico sul lungo termine”.

ABB Turbocharging (www.abb.com/turbocharging) è ai vertici del settore globale della produzione e manutenzione di turbocompressori per motori diesel e gas da 500 kW a oltre 80 MW. Con tecnologie di punta e soluzioni innovative, aiutiamo i clienti a ottimizzare la produttività riducendo le emissioni, anche nelle applicazioni più complesse. Nel mondo attualmente operano circa 200.000 turbocompressori ABB: a bordo di navi e in centrali elettriche, locomotive diesel e multigeneratore, e grandi macchine operatrici.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Febbraio 2013 21:46