Home Notizie Archivio 2013 ABB per il terminal di importazione petrolio Eni a Taranto
ABB per il terminal di importazione petrolio Eni a Taranto Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

09 Febbraio 2013

ABB migliorerà il terminal di importazione del petrolio della raffineria Eni di Taranto


ABB, la multinazionale svizzero-svedese con sede italiana a Sesto San Giovanni, si è aggiudicata un ordine del valore di 40 milioni di dollari per estendere il terminale di esportazione della raffineria di Taranto di Eni, in Italia. L’ordine è stato registrato nel quarto trimestre del 2012. Il contratto fa parte del piano Eni per migliorare le infrastrutture della raffineria e assicurare una connessione affidabile con l’impianto olio onshore di Tempa Rossa.

La raffineria è situata vicino al terminale di esportazione ed è collegata al giacimento tramite un oleodotto sotterraneo già esistente. L’impianto prevede l’estensione dell’attuale pontile della raffineria di Taranto, nella baia di Mar Grande sul Mar Ionio. Il nuovo impianto favorirà il trasferimento finale del greggio estratto dal giacimento Tempa Rossa e trasportato tramite un oleodotto sotterraneo al terminale di esportazione della raffineria di Taranto.

“Questo nuovo progetto aiuterà eni a migliorare le infrastrutture locali per il trasporto del petrolio - ha affermato Veli-Matti Reinikkala, responsabile della divisione ABB Process Automation – ed evidenzia le competenze, le capacità e le risorse locali di ABB nel gestire, fornire ed eseguire con successo progetti completi per l’industria dell’oil and gas”

Il pontile avrà cinque bracci di carico, con una capacità di spedizione di 3.000 metri cubi all’ora. Per garantire lo svolgimento sicuro delle attività di carico e l’ancoraggio stabile delle navi durante il carico del greggio, ABB fornirà nuovi sistemi elettrici, tutte le apparecchiature meccaniche e i sistemi di automazione necessari. La fine dei lavori è prevista per agosto 2015.

“La conoscenza approfondita del settore oil & gas e la capacità di esecuzione di progetto, sono stati tutti fattori importanti nell’acquisizione dell’ordine - commenta Enrico Di Maria, responsabile della divisione Process Automation di ABB Italia - Questo contratto conferma l’impegno di ABB nel settore oil and gas e l’eccellenza italiana nella gestione di progetti chiavi in mano”

Il progetto sarà infatti realizzato dal Centro di Eccellenza per gli impianti oil and gas di ABB in Italia, che sarà responsabile dell’ingegneria, dell’approvvigionamento e della costruzione (EPC) del nuovo impianto, inclusa la gestione generale del progetto e il precommissioning. Inoltre, ABB fornirà tutte le apparecchiature elettriche tra cui i quadri di bassa e media tensione, il sistema di controllo, la cabina elettro strumentale, le apparecchiature meccaniche e di processo, il generatore diesel e il sistema antincendio.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 09 Febbraio 2013 11:27