Home Notizie Archivio 2013 Colonnina Enel per veicoli elettrici
Colonnina Enel per veicoli elettrici Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

19 Gennaio 2013

A Bari prima colonnina Enel per veicoli elettrici: Previste 50 postazioni in 25 siti strategici della città

Inaugurata a Bari la prima delle 50 colonnine di ricarica Enel che saranno installate nei prossimi mesi nel capoluogo pugliese per la mobilità elettrica. Bari è la prima città del Mezzogiorno a dotarsi di un'infrastruttura di questo tipo. È un progetto di innovazione tecnologica per la mobilità a zero emissioni, dedicato a cittadini, aziende, enti e turisti e realizzato in collaborazione con il Comune nell'ambito del progetto 'Bari Smart City'.

L'iniziativa si svilupperà in due fasi. La prima, avviata oggi con l'inaugurazione della colonnina in corso Cavour, prevede l'installazione di 24 postazioni in 12 siti strategici della città, tra cui porto, aeroporto e stazione centrale, e si concluderà a giugno 2013. La seconda fase prevede l'installazione di altre 26 colonnine in 13 siti, che saranno individuati in base ad uno studio sul traffico cittadino. Per accedere alle infrastrutture di ricarica Enel basterà dotarsi di un'apposita card. Oltre agli impianti pubblici, chiamati 'Pole Station', sarà possibile dotare garage privati di appositi contatori elettronici per uso domestico, cosiddetti 'Box Station'. Gli utenti dotati di veicoli elettrici, al momento poche decine a Bari (2600 in tutta Italia), potranno sottoscrivere contratti con tutti i fornitori di energia elettrica che attiveranno questo servizio. Enel ha previsto tariffe dai 25 euro mensili per illimitate ricariche presso le postazioni pubbliche, agli 80 euro mensili per quelle domestiche. Per incentivare l'uso di veicoli elettrici, il Comune ne consentirà la sosta gratuita sulle strisce blu.

''Abbiamo avviato a Bari un progetto importante per il Paese e per il Mezzogiorno'', ha dichiarato Livio Gallo, direttore della divisione Infrastrutture e Reti di Enel. ''È uno dei passi più importanti di 'Bari Smart City' - ha detto Gallo - che si sta concretizzando con la mobilità elettrica e con un progetto del Miur finanziato per 23 milioni di euro, 'Res Novaè (Reti, Edifici, Strade - Nuovi Obiettivi Virtuosi per l'Ambiente e l'Energia), che prevede il monitoraggio dei flussi energetici all'interno di un distretto e la pianificazione urbanistica per quanto riguarda l'energia. A Bari abbiamo trovato una grande capacità' di visione di innovazione, con un impatto importante su ambiente, qualità di vita e tessuto economico della città''.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 19 Gennaio 2013 14:09