Home Notizie Archivio 2012 Mitsubishi Electric
Mitsubishi Electric PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

23 Dicembre 2012

Mitsubishi Electric: L’uso efficiente delle risorse

Soluzioni di Mitsubishi di automazione dei processi produttivi per ottimizzare il consumo di energia e risorse

Mitsubishi Electric, nel quadro dell’iniziativa “e-F@ctory”, che costituisce la sua soluzione integrata di automazione di fabbrica per l’incremento della produttività attraverso l’ottimizzazione, ha lanciato un’ulteriore proposta: “e&eco-F@ctory”. Questa recente iniziativa, illustrata alla Fiera SPS/IPC/Drive 2012, è espressamente pensata come supporto tecnologico per le aziende del settore manifatturiero che intendono migliorare le prestazioni in termini di consumo energetico dei processi industriali.

L’obiettivo di e&eco-F@ctory è quello di supportare le realtà produttive nel realizzare una maggiore efficienza energetica congiuntamente con un incremento della produttività e una riduzione dei costi di produzione. Un concetto che si concretizza con la proposta di un insieme di prodotti e di tecnologie compresi in e-F@ctory, pensati per la produzione industriale e sviluppati da Mitsubishi Electric, che comprendono anche la terza generazione delle soluzioni di controllo EPC (Energy Control Pack), gli inverter compatti FR-A741 con le funzioni integrate di recupero dell’energia e i robot industriali delle serie S, in grado di risparmiare energia.

I dispositivi EPC consentono di registrare i dati del consumo energetico dell’impianto, dal livello della produzione a quello del controllo in tempo reale, rendendoli disponibili per l’analisi ai sistemi di gestione dei livelli superiori e consentendo una maggiore trasparenza del processo produttivo. Gli ECP costituiscono una soluzione scalabile che può essere in gran parte (all’80%) pre-assemblata e adattata ad applicazioni esistenti, per il controllo della velocità dei motori, per la gestione del carico e per il controllo della temperatura.

Un’ulteriore fonte di riduzione del consumo energetico è nel controllo tramite inverter, che Mitsubishi ha dotato della funzione OEC (Optimum Excitation Control) che fa in modo che i motori connessi ricevano l’esatto flusso magnetico necessario per massimizzarne l’efficienza, riducendo il consumo energetico soprattutto alle basse velocità.

Nel quadro generale delle iniziative di Mitsubishi tese all’ottimizzazione delle risorse, sono da contare anche i nuovi dispositivi e le tecnologie che permettono l’estrazione di materiali in zone remote, con un ridotto apporto di manodopera e un elevato grado di automazione.

Infatti, Mitsubishi ha recentemente presentato dei terminali remoti intelligenti, delle unità RTU, in grado di gestire dati a distanza per ottimizzare e rendere più efficienti, per esempio, le applicazioni industriali in ambito estrattivo e nelle condutture per il trasporto di petrolio e gas, nella supervisione e gestione remota delle infrastrutture, come i tunnel, o nel trattamento delle acque reflue.

Le nuove RTU di Mitsubishi Electric possono fornire i dati necessari per i sistemi delle imprese attraverso grandi distanze e concentrando dati provenienti da impianti diversi, grazie a tecnologie come GPRS, Edge, ethernet, modem radio, modem satellitari e, prossimamente, la trasmissione attraverso le linee di alimentazione (Power Line Carrier o PLC).

Ritorna all'Indice

 

22 Dicembre 2012

ServiTecno: modulo AutoSave iFIX

La nuova versione di MDT AutoSave dispone di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background

ServiTecno, azienda specializzata nella fornitura di software e sistemi per applicazioni in ambito industriale e distributore italiano dei prodotti software della famiglia Proficy per l’automazione, il controllo e la business intelligence, rende disponibile sul mercato italiano di una nuova versione di MDT AutoSave, con maggiori funzionalità. Dispone, infatti, di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background, risultando in tal modo una completa soluzione di change management. Il modulo AutoSave iFIX è un complemento del sistema AutoSave, comprensivo del client che è installato su ciascuna workstation utente, di un server di AutoSave che agisce come centro principale di controllo per coordinare tutte le attività di programmazione relative a variazioni e memorizza i file di progetti di PLC, e di un agente che fornisce efficienza di elaborazione distribuita per il server.Il modulo AutoSave iFIX offre un accesso sicuro ai programmi: l’interfaccia del client AutoSave consente agli utenti di accedere alle funzioni di AutoSave tramite login e password. In questo modo il server AutoSave determina il livello di accesso ai vari folder, ai programmi abilitati per l’utente e al client PC. AutoSave fornisce audit trail e tracking storico sulle attività e gli aggiornamenti. Quando si richiede un programma via AutoSave, il file diventa locked ed indica chi ha in carico il file bloccato. Il sistema nega l’accesso ad altri mentre il programma è in uso. Quando l’utente completa l’editing e salva le variazioni, AutoSave predispone una nota di revisione, crea una nuova copia corrente, archivia la precedente copia corrente come ascendente (ancestor) numerato e rende disponibile il programma. In fase di upload, AutoSave comunica con l’ applicazione di iFIX attiva per acquisire i file dal server SCADA, ne effettua il back up, quindi comprime tutti i file di progetto e li salva sul server, creando una nuova copia corrente. In fase di download, il file zip dell’ intero progetto viene passato al server SCADA. L’agent iFIX di AutoSave estrae i file ed interagisce con l’applicazione iFIX attiva per effettuare il ripristino dei file. Una nuova copia corrente viene definita sul server AutoSave. Il modulo AutoSave per iFIX consente di effettuare confronti schedulati di gruppi di progetti configurati. Usando l’ agent per effettuare upload e confronto, AutoSave può comparare la copia di server SCADA alla copia corrente o confrontare la copia corrente a una versione selezionata/master copy. Inoltre, il modulo supporta la funzione AutoUpdate che abilita AutoSave ad aggiornare il server con una nuova current copy se si determina che quella esistente è differente rispetto al device. Il report riassume le differenze e fornisce link alle differenze individuali. Un’ e-mail di notifica può essere inviata automaticamente ad utenti selezionati quando vengono effettuati un confronto o delle variazioni. Il modulo AutoSave iFIX viene aggiornato man mano che le nuove release di Proficy iFIX sono rilasciate.
Ultimo aggiornamento Domenica 23 Dicembre 2012 16:50