Home Notizie Archivio 2012 Schneider Electric e Telvent
Schneider Electric e Telvent PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

23 Dicembre 2012

Schneider Electric completa l’integrazione del marchio Telvent

Telvent diventa Schneider Electric, rafforzando l’offerta di soluzioni ai clienti, con servizi migliori e una gamma di prodotti più ampia

Telvent, fornitore di soluzioni IT real-time, dopo una fase di migrazione durata un anno e mezzo ha completato l’integrazione del suo marchio in Schneider Electric.

Schneider Electric, presente a livello globale e specializzata nella gestione dell’energia, opera nei settori utility, infrastrutture, building e data center. L’azienda ha registrato nel 2011 oltre 22,4 miliardi di euro di fatturato e oltre 130.000 dipendenti in tutto il mondo.

Secondo il presidente e CEO di Telvent, Ignacio Gonzalez, “Al termine di un periodo di integrazione che si è rivelato produttivo, coinvolgente e ricco di successi, siamo ora orgogliosi di essere conosciuti come Schneider Electric. Insieme potremo migliorare ancor di più l’efficienza delle infrastrutture critiche dei nostri clienti e continuare ad aiutarli ad affrontare la sfida di costruire un mondo sostenibile per le generazioni future”.

“I clienti di Schneider Electric avranno a disposizione le soluzioni che già conoscono, e in cui hanno fiducia; adesso possono trarre vantaggio da ulteriori innovazioni e nuove offerte, possibili grazie alle sinergie e ai punti di forza che condividiamo con Telvent” ha commentato Michel Crochon, Executive Vice President, Infrastructure Business di Schneider Electric. “Siamo davvero convinti che la nostra unione garantisca un valore aggiunto senza precedenti, e che completi in modo ideale e strategico i nostri servizi, favorendo il nostro percorso di crescita”.

Telvent crea soluzioni ad alto valore aggiunto e dispone di una gamma completa di software che si integrano con l’offerta di strumenti per la gestione dell’energia e dei processi di Schneider Electric. Tutte le Business Unit di Telvent sono state inserite in Schneider Electric, con l’eccezione della divisione dedicata al settore agricoltura, che manterrà il marchio Telvent DTN/The Progressive Partner.

Per quanto riguarda la Smart Grid, l’integrazione garantisce una gamma di offerta completa per la media e bassa tensione, associata ad un set di software per la gestione operativa in tempo reale, in grado di assicurare più affidabilità, efficienza e sicurezza.

Per le infrastrutture del settore Oil & Gas, l’offerta complessiva ora si estende “dalla stazione al livello enterprise”, per creare soluzioni onnicomprensive e integrate a livello midstream e downstream.

Per la gestione ed il trattamento delle acque, sono ora disponibili soluzioni interoperabili che permettono di gestire al meglio l’intero ciclo dell’acqua, ridurre le perdite e implementare reti idriche più intelligenti.

Nel settore meteorologico, l’integrazione ora permette di offrire informazioni meteo evolute che permettono di ottimizzare l’integrazione delle fonti rinnovabili nella rete elettrica, ed anche di fornire migliori servizi informativi per settori quali trasporti, acque, e per molte altre applicazioni.

Nell’ambito del settore trasporti, l’offerta combinata crea una soluzione per la SmartMobility che permette di gestire al meglio reti di trasporto multimodali, integrando soluzioni di sicurezza sul campo, sistemi, infrastruttura IT e servizi di informazione. Questo si abbina anche con l’offerta Smart City, abilitando migliori modelli di gestione delle città, migliorando la sostenibilità, la sicurezza ed i servizi offerti ai residenti.

Le aree di business Agriculture e Global Services di Telvent continueranno ad offrire soluzioni smart e ad ampliare l’offerta.

Ritorna all'Indice

 

22 Dicembre 2012

ServiTecno: modulo AutoSave iFIX

La nuova versione di MDT AutoSave dispone di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background

ServiTecno, azienda specializzata nella fornitura di software e sistemi per applicazioni in ambito industriale e distributore italiano dei prodotti software della famiglia Proficy per l’automazione, il controllo e la business intelligence, rende disponibile sul mercato italiano di una nuova versione di MDT AutoSave, con maggiori funzionalità. Dispone, infatti, di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background, risultando in tal modo una completa soluzione di change management. Il modulo AutoSave iFIX è un complemento del sistema AutoSave, comprensivo del client che è installato su ciascuna workstation utente, di un server di AutoSave che agisce come centro principale di controllo per coordinare tutte le attività di programmazione relative a variazioni e memorizza i file di progetti di PLC, e di un agente che fornisce efficienza di elaborazione distribuita per il server.Il modulo AutoSave iFIX offre un accesso sicuro ai programmi: l’interfaccia del client AutoSave consente agli utenti di accedere alle funzioni di AutoSave tramite login e password. In questo modo il server AutoSave determina il livello di accesso ai vari folder, ai programmi abilitati per l’utente e al client PC. AutoSave fornisce audit trail e tracking storico sulle attività e gli aggiornamenti. Quando si richiede un programma via AutoSave, il file diventa locked ed indica chi ha in carico il file bloccato. Il sistema nega l’accesso ad altri mentre il programma è in uso. Quando l’utente completa l’editing e salva le variazioni, AutoSave predispone una nota di revisione, crea una nuova copia corrente, archivia la precedente copia corrente come ascendente (ancestor) numerato e rende disponibile il programma. In fase di upload, AutoSave comunica con l’ applicazione di iFIX attiva per acquisire i file dal server SCADA, ne effettua il back up, quindi comprime tutti i file di progetto e li salva sul server, creando una nuova copia corrente. In fase di download, il file zip dell’ intero progetto viene passato al server SCADA. L’agent iFIX di AutoSave estrae i file ed interagisce con l’applicazione iFIX attiva per effettuare il ripristino dei file. Una nuova copia corrente viene definita sul server AutoSave. Il modulo AutoSave per iFIX consente di effettuare confronti schedulati di gruppi di progetti configurati. Usando l’ agent per effettuare upload e confronto, AutoSave può comparare la copia di server SCADA alla copia corrente o confrontare la copia corrente a una versione selezionata/master copy. Inoltre, il modulo supporta la funzione AutoUpdate che abilita AutoSave ad aggiornare il server con una nuova current copy se si determina che quella esistente è differente rispetto al device. Il report riassume le differenze e fornisce link alle differenze individuali. Un’ e-mail di notifica può essere inviata automaticamente ad utenti selezionati quando vengono effettuati un confronto o delle variazioni. Il modulo AutoSave iFIX viene aggiornato man mano che le nuove release di Proficy iFIX sono rilasciate.
Ultimo aggiornamento Domenica 23 Dicembre 2012 16:07