Home Notizie Archivio 2012 Siemens parchi eolici
Siemens parchi eolici PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

22 Dicembre 2012

A Siemens le attività di service in due parchi eolici in Canada

Siemens Canada si è aggiudicata un contratto a lungo termine per la fornitura delle attività di service su 48 turbine eoliche SWT-2.3-93 e 40 SWT-2.3-101 installate nei parchi eolici di Port Alma e Chatham Kent situati nella provincia di Ontario, in Canada. Si tratta della prima estensione decennale di un contratto di service nel mercato eolico in Canada e include l’ammodernamento delle pale eoliche Siemens – l’upgrade della Curva di Potenza – di 44 unità SWT-2.3-93 a Port Alma e di quattro unità SWT-2.3-93 a Chatham Kent.

L’accordo prevede 10 anni di attività di manutenzione e service con garanzia di disponibilità ed è un’estensione dei contratti di service già in essere rispettivamente di quattro anni per quanto riguarda il parco eolico Port Alma e biennale per l’impianto Chatham Kent. Siemens implementerà il proprio Power Curve Upgrade sulle turbine SWT-2.3.93 di entrambi gli impianti. Con una capacità di circa 100 megawatts ciascuno, i due parchi eolici di Port Alma e di Chatham Kent, situati lungo le coste del Lago Erie, complessivamente producono elettricità sufficiente a soddisfare i bisogni energetici annui di circa 60.000 famiglie della provincia di Ontario. “Come fornitore dell’equipaggiamento originario per le turbine eoliche dei parchi di Port Alma e Chatham Kent, Siemens ha l’esperienza e la competenza necessarie per consentire a Kruger Energy di ottenere prestazioni ottimali lungo l’intero ciclo di vita delle unità grazie a soluzioni flessibili, affidabili ed economicamente sostenibili - ha dichiarato Tim Holt, CEO della Business Unit Service Renewables della Divisione Energy Service di Siemens - siamo entusiasti di lavorare con Kruger Energy in qualità di fornitore di service per questi importanti progetti che consentono di rifornire le abitazioni canadesi di energia pulita”.

Ritorna all'Indice

 

22 Dicembre 2012

ServiTecno: modulo AutoSave iFIX

La nuova versione di MDT AutoSave dispone di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background

ServiTecno, azienda specializzata nella fornitura di software e sistemi per applicazioni in ambito industriale e distributore italiano dei prodotti software della famiglia Proficy per l’automazione, il controllo e la business intelligence, rende disponibile sul mercato italiano di una nuova versione di MDT AutoSave, con maggiori funzionalità. Dispone, infatti, di un supporto potenziato per Proficy iFIX di GE Intelligent Platforms che le consente di operare direttamente con il software iFIX per offrire sia un ambiente interattivo, sia un monitoraggio in background, risultando in tal modo una completa soluzione di change management. Il modulo AutoSave iFIX è un complemento del sistema AutoSave, comprensivo del client che è installato su ciascuna workstation utente, di un server di AutoSave che agisce come centro principale di controllo per coordinare tutte le attività di programmazione relative a variazioni e memorizza i file di progetti di PLC, e di un agente che fornisce efficienza di elaborazione distribuita per il server.Il modulo AutoSave iFIX offre un accesso sicuro ai programmi: l’interfaccia del client AutoSave consente agli utenti di accedere alle funzioni di AutoSave tramite login e password. In questo modo il server AutoSave determina il livello di accesso ai vari folder, ai programmi abilitati per l’utente e al client PC. AutoSave fornisce audit trail e tracking storico sulle attività e gli aggiornamenti. Quando si richiede un programma via AutoSave, il file diventa locked ed indica chi ha in carico il file bloccato. Il sistema nega l’accesso ad altri mentre il programma è in uso. Quando l’utente completa l’editing e salva le variazioni, AutoSave predispone una nota di revisione, crea una nuova copia corrente, archivia la precedente copia corrente come ascendente (ancestor) numerato e rende disponibile il programma. In fase di upload, AutoSave comunica con l’ applicazione di iFIX attiva per acquisire i file dal server SCADA, ne effettua il back up, quindi comprime tutti i file di progetto e li salva sul server, creando una nuova copia corrente. In fase di download, il file zip dell’ intero progetto viene passato al server SCADA. L’agent iFIX di AutoSave estrae i file ed interagisce con l’applicazione iFIX attiva per effettuare il ripristino dei file. Una nuova copia corrente viene definita sul server AutoSave. Il modulo AutoSave per iFIX consente di effettuare confronti schedulati di gruppi di progetti configurati. Usando l’ agent per effettuare upload e confronto, AutoSave può comparare la copia di server SCADA alla copia corrente o confrontare la copia corrente a una versione selezionata/master copy. Inoltre, il modulo supporta la funzione AutoUpdate che abilita AutoSave ad aggiornare il server con una nuova current copy se si determina che quella esistente è differente rispetto al device. Il report riassume le differenze e fornisce link alle differenze individuali. Un’ e-mail di notifica può essere inviata automaticamente ad utenti selezionati quando vengono effettuati un confronto o delle variazioni. Il modulo AutoSave iFIX viene aggiornato man mano che le nuove release di Proficy iFIX sono rilasciate.
Ultimo aggiornamento Sabato 22 Dicembre 2012 21:43