Movicon di Progea in Polyglass Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

09 Novembre 2012

Movicon 11 di Progea monitora e gestisce il complesso processo di produzione di membrane bituminose in Polyglass

Polyglass, produttore di impermeabilizzanti bituminosi, dal 2008 parte del Gruppo Mapei, usa un sistema di supervisione basato su Movicon 11 per monitorare il processo produttivo delle membrane bituminose, acquisirne i dati di processo e di produzione, gestirne in modo efficace la diagnostica e la manutenzione. L'integrazione del sistema è stata curata da Eureka System, società di ingegneria che progetta e realizza sistemi automatici per l'industria manifatturiera, con sede a Treviso.

La soluzione

Il processo di produzione delle membrane bituminose si suddivide in due macro-fasi, la produzione della mescola e la produzione della membrana.  Il processo parte dalla bobina di armatura, che viene svolta lungo una complessa serie di rulli a tamburo, e comporta una serie di operazioni: trattamento e impregnazione superficiale, raffreddamento, stiramento, sbordatura fino all'ottenimento della membrana bituminosa finita. Seguono, infine, il taglio e l'arrotolatura in bobine disposte su bancali pronti alla spedizione.

La fase di produzione della mescola è attuata attraverso un impianto che comprende dei grandi serbatoi di stoccaggio delle materie prime (bitume, polimeri, carbonato di calcio, plastificanti ecc.) che, spinti da pompe o trasporti pneumatici attraverso un complesso piping, giungono ai miscelatori primari. Da questi, la mescola finita è pompata nei miscelatori secondari, che hanno lo scopo di mantenere la temperatura e la viscosità adeguata della mescola finita e pronta per essere inviata alle linee di produzione della membrana. La linea di produzione tipo è costituita da uno svolgitore di tessuto di materiali diversi, che funge da anima della membrana. Step fondamentale nel processo è il passaggio nella vasca di immersione, dove si trova la mescola a una temperatura adeguata a permettere l'adesione al tessuto. Seguono  le fasi di calandratura, additivazione e raffreddamento, nelle quali si definiscono lo spessore e il tipo di materiale coprente e la membrana raggiunge una consistenza adeguata per essere lavorata nelle fasi successive.

Nella zona centrale della linea si ha la finitura della membrana con rifiniture quali pulitura, applicazione di accessori che agevolano la posa, marchiature, etc. Nella parte finale si eseguono le lavorazioni taglio a misura e arrotolatura in bobine, controllo di qualità delle stesse,  pallettizzazione su bancali.

Nello stabilimento centrale è stato applicato un sistema di supervisione per monitorare tutto il processo produttivo, acquisirne i dati di processo e di produzione, gestirne in modo efficace la diagnostica e la manutenzione.

Durante la fase di sviluppo del sistema, particolare attenzione è stata rivolta al carico di risorse del sistema stesso, una delle principali insidie in caso di animazioni grafiche numerose e sofisticate. Dai test eseguiti in sede di collaudo, l'efficienza del progetto e la potenzialità della piattaforma Movicon comportano un carico contenuto per la Cpu con picchi mai superiori al 50% dell'utilizzo totale.

La sfida principale da affrontare era rappresentare il processo di produzione continua con varie animazioni, garantendo sia la componente funzionale (fruibile, intuitivo per l'operatore, efficace per il manutentore) sia quella comunicativa (effetto grafico, animazioni accattivanti). La soluzione è stata quella di sfruttare al massimo le potenzialità del motore grafico di Movicon.

L'editor grafico di Movicon ha consentito un facile ed efficace utilizzo delle librerie di oggetti grafici presenti nella piattaforma, ma ha consentito facilmente anche la creazione di nuovi oggetti, personalizzati, rappresentanti dettagliatamente alcune parti dell'impianto.

L'architettura del sistema di supervisione, basato su Movicon 11, prevede una stazione server principale su PC Windows 7 Server con monitor 55''. Alla stazione server sono collegate sulla rete Lan aziendale cinque postazioni PC client, dislocate nei vari punti dello stabilimento (uffici e reparti), ciascuna con PC-monitor 22''. Il sistema di supervisione è connesso tramite rete ethernet a tre principali plc di gestione e controllo dell'impianto.

I vantaggi

Le soluzioni grafiche vettoriali che la piattaforma Movicon offre, implementando la tecnologia SVG (Scalable Vectorial Graphic), consentono di realizzare interfacce operatore personalizzate che offrono una migliore rappresentazione grafica, indipendentemente dalla risoluzione dello schermo, gradevole e realistica. Dai test eseguiti in sede di collaudo, l'efficienza del progetto e la potenzialità della piattaforma Movicon comportano un carico contenuto per la Cpu con picchi mai superiori al 50% dell'utilizzo totale.

Anche nella configurazione massima con cinque client connessi contemporaneamente, non sono state riscontrate riduzioni di performance del sistema, che mantiene le prestazioni sia in termini di refresh-time del sinottico, sia  in termini di velocità di comunicazione con il plc.

Il risultato ottenuto dall'uso di Movicon 11 è una più facile comprensione di un processo produttivo particolarmente complesso. Una migliore efficienza nella conduzione ha come ritorno l'incremento  di produttività per un ciclo produttivo continuo.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Domenica 11 Novembre 2012 12:35