Home Notizie Archivio 2012 Archimede Solar Energy
Archimede Solar Energy PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

19 Ottobre 2012

La società nipponica realizzerà un impianto pilota a sali fusi a Massa Martana

È la giapponese Chiyoda Corporation il nuovo socio di Archimede Solar Energy, la società del Gruppo Angelantoni Industrie spa,  unico produttore al mondo del ricevitore solare per centrali termodinamiche che utilizzano nitrati di sodio e potassio (sali fusi) quale fluido termovettore. Con il 15% delle azioni, Chiyoda sarà il nuovo partner di Archimede. Dopo la dipartita di Siemens, dunque, il gruppo Angelantoni ha un nuovo alleato.

Addio tedeschi A maggio scorso, Angelantoni Industrie holding spa ha formalizzato il riacquisto dalla tedesca Siemens del 45% delle quote societarie di Ase.  «L’operazione – spiegò il Ceo Federica Angelantoni – è avvenuta in piena sintonia fra i due soci che si sono trovati d’accordo nel proseguire su strade separate senza abbandonare il rapporto di collaborazione. L’obiettivo è quello di far riprendere il percorso di crescita di Archimede che negli ultimi tempi era stato rallentato a causa delle posizioni divergenti fra i soci sugli investimenti da fare e sulla gestione dell’azienda. Dal 2009 ad oggi, infatti, le strategie di Siemens sono mutate e questo cambiamento di rotta ha coinvolto anche Archimede. Resta saldo tuttavia il rapporto di stima e di collaborazione testimoniato anche dall’accordo preferred customer/preferred supplier che Ase e Siemens hanno firmato per la fornitura in tutto il mondo dei tubiricevitori solari a Sali fusi prodotti a Massa Martana».

Benvenuti giapponesi Ora arriva Chiyoda. «Si tratta – afferma il presidente di Ase Gianluigi Angelantoni – di un’operazione particolarmente importante per lo sviluppo della tecnologia a sali fusi anche per poter cogliere, soprattutto in Italia, le opportunità che il recente Decreto ministeriale sulle fonti rinnovabili non fotovoltaiche offre al mercato. Tutto questo potrà contribuire alla nascita in Italia di una filiera di aziende che operano in questo settore e allo sviluppo del know how per poter competere sui mercati internazionali».

Chi è Chiyoda Corporation è un EPC contractor, ovvero una società di ingegneria leader mondiale nei settori chimico, petrolchimico, petrolifero e LNG per la costruzione di grandi centrali industriali ed elettriche.  Con questa operazione la società giapponese intende diversificare la sua attività e Archimede trova un partner affidabile ben posizionato nei mercati arabi. L’ingresso di Chiyoda in Archimede, che rappresenta lo sviluppo di un rapporto di collaborazione avviato circa un anno fa, ha l’obiettivo di creare nuove opportunità commerciali nel settore del solare termodinamico a concentrazione in Medio Oriente e in Nord Africa.

Demoplant a Massa Martana Il primo progetto di questa nuova compagine societaria sarà la realizzazione di un demoplant, un piccolo impianto sperimentale che utilizza il solare termodinamico a concentrazione che sarà realizzato a fianco della nuova sede di Archimede a  Massa Martana. Questa sperimentazione servirà per mettere a punto la  nuova tecnologia e per procedere con maggior tranquillità negli investimenti per la realizzazione di impianti di dimensioni maggiori. Sicuramente i primi progetti sperimentali saranno realizzati in Italia.

Fortemente motivati «Con questo investimento – sottolinea l’amministratore delegato di Chiyoda Takashi Kubota – Chiyoda accelera la sua espansione nel business nel solare a concentrazione. Crediamo fortemente in questa operazione, Ase rappresenta per noi un partner fondamentale per lo sviluppo di questa tecnologia».

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Domenica 11 Novembre 2012 15:55