Home Notizie Archivio 2012 ABB si aggiudica il premio Frost & Sullivan 2012
ABB si aggiudica il premio Frost & Sullivan 2012 PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

19 Ottobre 2012

ABB si aggiudica il premio Frost & Sullivan 2012 per la strategia per le reti idriche intelligenti

ABB è stata insignita da Frost & Sullivan di un premio per l’innovazione nel settore delle reti idriche intelligenti. Lo studio premia gli sforzi di ABB per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche nel settore idrico nelle aree di automazione e controllo, misurazione e strumentazione per le utility, progettazione e ingegneria, nonché per le Information Communication Technologies (ICT).

“Il settore idrico rappresenta una delle aree chiave per ABB e sta diventando sempre più importante alla luce dell’evoluzione di fenomeni quali l’urbanizzazione, i cambiamenti climatici e l’aumento della popolazione” ha commentato Massimo Danieli, responsabile dell’automazione per l’energia e il settore dell’acqua della BU Power Generation di ABB. “Questo riconoscimento premia la nostra visione sulle tecnologie per il settore dell’acqua, che devono necessariamente evolvere in sistemi intelligenti a perdite ridotte e maggiore efficienza”.

 

Nell’ultimo decennio, i progressi della tecnologia hanno portato alla realizzazione di sistemi avanzati per la gestione di dati e di informazioni a opera delle società di sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, che consentono alle utility del settore idrico di prendere decisioni oculate e tempestive su come gestire e condurre le proprie infrastrutture.

Sfruttando la propria esperienza sui mercati dell’automazione, del controllo e della strumentazione, e le proprie capacità nello sviluppo di strumenti analitici e software per la gestione operativa e informatizzata, ABB ha sviluppato SymphonyTM Plus per il settore idrico, la soluzione di automazione totale di impianto per la generazione di energia e l’industria dell’acqua, per confermarsi fornitore globale di servizi per il mercato delle reti idriche intelligenti.

Per sostenere la sfida, le soluzioni ICT per reti idriche intelligenti devono poter essere integrate senza soluzione di continuità con altri sistemi, tra cui i contatori tradizionali, alla stessa stregua di prodotti più innovativi quali la cyber security e i software d’analisi.

Questa sfida è impegnativa, perché gran parte delle tecnologie e dei sistemi consolidati del settore idrico non è stata concepita per operare in modalità integrata e creare così le soluzioni chiavi in mano richieste attualmente dall’industria.

“Le utility del settore idrico non sono più disposte ad acquistare prodotti singoli, preferiscono avvalersi di soluzioni di sistema che assicurino operatività senza interruzioni con i massimi benefici. Ma per fare in modo che automazione e controllo, strumenti di analisi, cyber security e archiviazione cloud/ dati coesistano e lavorino in armonia servirà un processo di ristrutturazione non indifferente. Grazie al recente investimento in TaKaDu, ABB potrà supportare i propri clienti attraverso l’ausilio di soluzioni olistiche ai loro problemi operativi,” ha aggiunto Gian Francesco Imperiali, responsabile dell’iniziativa Water Industry Sector di ABB.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Domenica 11 Novembre 2012 15:54