Home Notizie Archivio 2012 Klimaenergy Award 2012
Klimaenergy Award 2012 PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

18 Settembre  2012

Klimaenergy Award, ecco i sei vincitori del 2012

Valorizzare le migliori esperienze e i progetti più meritevoli in ambito pubblico, mostrare le potenzialità di un modello energetico sostenibile, sottolineare il ruolo fondamentale di enti locali e territoriali nella diffusione delle fonti rinnovabili. Questi gli obiettivi del “Klimaenergy Award”, concorso per il miglior progetto energetico riservato alle Province e ai Comuni italiani più efficienti, al quale quest’anno si sono iscritti ventotto Comuni/Province con i propri progetti improntati sul risparmio energetico e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili. Lasa, Bra, Padova e Lodi più due nomine speciali per Buttigliera Alta e Caronno Pertusella sono i sei vincitori della quinta edizione del “Klimahouse Award”. La cerimonia ufficiale di premiazione si svolge giovedì 20 settembre 2012 alle ore 10.00 in occasione dell’inaugurazione di Klimaenergy, Fiera internazionale per l’applicazione innovativa delle energie rinnovabili e Klimmaobility, salone della mobilità sostenibile a Fiera Bolzano dal 20 al 22 settembre.

Tra 28 candidati sono state premiate, con le seguenti motivazioni, 6 comuni/province eccellenti ed esemplari:

Categoria 1

Lasa: Il Comune di Lasa si è distinto per la continuità temporale delle azioni intraprese per ridurre le emissioni di anidride carbonica. Il percorso è cominciato nel 2004 e continua tutt’oggi. Gli interventi messi in atto hanno riguardato l’applicazione di diverse tecnologie di produzione energetica, tra cui l’estensione della rete di teleriscaldamento a cippato, l’installazione di un impianto di gassificazione del legno alimentato a biomassa locale, e l’installazione su tetto di pannelli solari termici e fotovoltaici.

Premio speciale per il monitoraggio dei consumi e dei risparmi energetici

Buttigliera Alta: La giuria è rimasta positivamente colpita dal sistema per la gestione dell’energia adottato dal Comune, volto ad eliminare in due anni e mezzo gli sprechi e le inefficienze energetiche. Il programma prevede una serie di azioni concrete di analisi dei consumi reali, di miglioramento dell’efficienza energetica e dove possibile di utilizzo di energia da fonti rinnovabili. Le misure attuate, accompagnate da un sistematico monitoraggio dei risultati, hanno assicurato, oltre alla conoscenza di dettaglio della spesa energetica comunale, la riduzione dei consumi energetici annui.

Categoria 2

Bra: L’Amministrazione Comunale di Bra si è contraddistinta per lo sviluppo di un progetto pluriennale per il miglioramento dell’efficienza energetica, che ha riguardato prevalentemente interventi di riqualificazione degli impianti e degli immobili di proprietà comunale. Iniziato oltre un decennio fa il piano si è sviluppato attraverso il miglioramento del sistema di illuminazione pubblica, l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici e la realizzazione di una rete di teleriscaldamento cittadina a metano. Valore aggiunto al progetto è dato, inoltre, dall’intensa attività di sensibilizzazione ambientale rivolta ai cittadini con l’obiettivo di orientare le scelte verso comportamenti più consapevoli e mirati ad un minor consumo di risorse e di energia.

Categoria 3

Padova: Al comune di Padova è stato riconosciuto il merito di aver implementato alcuni strumenti di pianificazione atti alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera, attraverso la promozione dell’uso delle fonti rinnovabili in sostituzione ai combustibili tradizionali. L’azione dell’Amministrazione Comunale ha riguardato sia il settore pubblico, che quello privato, con l’incentivazione all’installazione di impianti solari termici e fotovoltaici, anche attraverso la costituzione di gruppi di acquisto. Il percorso intrapreso ha portato ad una forte diffusione nell’utilizzo dell’energia solare e quindi ad una riduzione delle emissioni in atmosfera.

Premio Mobilità

Lodi: Con 40 km di piste ciclabili sul totale della rete viaria comunale di circa 110 km, Lodi è uno dei capoluogo di provincia più importanti d’Italia nell’indice di ciclabilità. L’impegno assunto dall’amministrazione comunale con la sottoscrizione del patto dei Sindaci ha portato a migliorare e potenziare l’offerta e i servizi nel campo della ciclomobilità, attraverso la creazione di una rete integrata di mobilità dolce, ed allo sviluppo di nodi di scambio modale con opportune aree di sosta. Il comune ha quindi intrapreso una serie di azioni con l'obiettivo di favorire la mobilità sostenibile soprattutto attraverso la promozione dell’uso della bicicletta e del servizio di bike sharing.

Premio speciale per l’educazione verso una mobilità in bicicletta

Caronno Pertusella: La giuria ha ritenuto opportuno premiare il percorso intrapreso dal Comune di Caronno Pertusella per incentivare la mobilità ciclabile negli spostamenti casa - scuola degli studenti, in città e nelle attività legate al tempo libero. Tra le diverse iniziative intraprese, di particolare interesse è la creazione di laboratori rivolti ai ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, con l’obiettivo di accrescere la loro sicurezza negli spostamenti attraverso una maggiore conoscenza e consapevolezza del mezzo.

I progetti presentati sono stati valutati da una giuria secondo criteri quantitativi e qualitativi: i criteri quantitativi riguardano il risparmio di CO2 (sia in termini assoluti sia in termini relativi, ovvero CO2 per abitante). I criteri qualitativi sono valutati in base ai seguenti parametri: ecologico ed economico, alla possibilità di adattare il progetto anche alla realtà di altri comuni, al grado di innovazione, al coinvolgimento e alla sensibilizzazione della popolazione.

Ritorna all'Indice
Ultimo aggiornamento Martedì 18 Settembre 2012 21:17