Home Notizie Archivio 2012 Usare la strumentazione basata sul marshalling
Usare la strumentazione basata sul marshalling PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

10 Agosto 2012

Usare la strumentazione basata sul marshalling

In Germania, a Dusseldorf, si è tenuto il primo Emerson Global User Exchange d'Europa. Un evento incentrato sulle esperienze degli utilizzatori di prodotti Emerson Process Management e un'occasione per osservare da vicino Ie novità proposte da questa azienda.

A Dusseldorf, importante centro della popolosa e industrializzata regione tedesca del Nord-Reno Westfalia, si è tenuta la prima edizione europea di Emerson Global User Exchange; una manifestazione che Emerson Process Management ha dedicato alla raccolta e allo scambio di esperienze e conoscenze, attraverso numerosi incontri e seminari, tra gli utilizzatori dei suoi prodotti.

L'evento, che riprendeva una formula che Emerson ha già collaudato negli Usa, ha permesso di osservare Ie tendenze più recenti in termini di offerta e di modalità di utilizzo della strumentazione di processo.

L'evento di Dusseldorf ha registrato diverse novità di Emerson attinenti alla sicurezza, come le nuove architetture Safety Instrumented Systems (SIS) e un nuovo dispositivo di protezione per macchinari rotanti, e anticipazioni sulle caratteristiche dei futuri DeltaV.

L'architettura delle più recenti versionidi DeltaV, il noto sistema di controllo distribuito di Emerson, è incentrata sulla tecnologia di marshalling elettronico che, in considerazione del grado di maturità e di affidabilità raggiunto, è ora praposto anche nelle applicazioni SIS, per realizzare un sistema di controllo di sicurezza indipendente da quello principale e in grado di mettere in sicurezza il macchinario.

II marshalling elettronico di Emerson, che è un'applicazione delle tecnologie digitali di raccolta e smistamento dei dati e dei comandi nell' ambito della strumentazione di processo, è basato sulla tecnologia dei moduli Charm (Characterization Module), in grado di convogliare i segnali degli I/O su un singolo canale, diminuendo drasticamente i cablaggi rispetto ai collegamenti punto a punto.

La topologia semplificata di questo tipo di reti, permessa dalla tecnologia del marshalling elettronico, consente anche ai DeltaV SIS un 'economia di cablaggi che si traduce in quadri elettrici più ordinati e di più facile accesso. Nelle procedure di installazione, di supervisione e di manutenzione, la semplificazione dei cablaggi si può tradurre, soprattutto nelle installazioni più complesse, in un incremento dell'affidabilità del sistema.

La nuova architettura dei DeltaV SIS, con I'introduzione del marshalling elettronico, ha assunto una forma un po' diversa dalle applicazioni SIS canoniche e si articola in quattro elementi principali: i moduli di caratterizzazione Charm per il condizionamento dei segnali e il collegamento degli I/O; i logic solver, denominati CSLS, per gestire la logica di sicurezza; il Local Safety Network (LSN) per collegare in rete fino a 16 CSLS; un controllore SZ per comunicare e connettere la struttura LSN con la rete Basic Process Control System (BPCS).

Ritorno all'Indice
Ultimo aggiornamento Sabato 11 Agosto 2012 12:21