Home Notizie Archivio 2012 KOPS800 di Kontron
KOPS800 di Kontron PDF Stampa
Scritto da Rodigari Mario   

21 Maggio 2012

Nuova soluzione Kontron OPS (Open Pluggable Specification)

La nuova soluzione di Kontron compatibile con lo standard OPS (Open Pluggable Specification) accelera il time-to-market di applicazioni di digital signage "intelligenti", connesse, sicure e gestite.
Il nuovo sistema modulare basato su uno standard industriale con software pre-validato riduce tempi e costi di sviluppo di applicazioni di digital signage "intelligenti".
Kontron ha introdotto una nuova soluzione modulare conforme allo standard OPS (Open Pluggable Specification) espressamente ideata per rendere le applicazioni di cartellonistica digitale (digital signage) più connesse, "intelligenti" e sicure grazie alla disponibilità di realizzare componenti più semplici da installare, utilizzare e mantenere. Attraverso l’utilizzo delle soluzioni per digital signage i modulari della serie KOPS800 di Kontron e le aziende sono in grado di assicurare una maggiore soddisfazione da parte degli utenti dei loro sistemi per digital signage in virtù dell’incremento dell’uptime (tempo di funzionamento senza interruzioni) reso possibile dalle funzioni di gestione remota che semplifica gli aggiornamenti e la pianificazioni dell’assistenza.
L’elevata qualità delle informazioni in tempo reale conseguibili dal software per la creazione e la gestione dei contenuti pre-validato supportato da KOPS800 consente alle aziende di accedere a dati utili per la loro attività e garantisce agli utenti una fruizione multimediale dinamica e completa adattata alle loro specifiche necessità. Si tratta in definitiva di una soluzione che può essere utilizzata per incrementare in maniera significativa la redditività aziendale.
Identificato dalla sigla KOPS800, il nuovo sistema di Kontron è basato sulle specifiche OPS messe a punto da Intel per standardizzare il progetto e lo sviluppo di applicazioni di digital signage che utilizzano LCD, touchscreen o proiettori. In qualità di soluzione a livello di sistema basata su uno standard industriale che può essere collegata a un qualsiasi display conforme allo standard OPS, KOPS800 semplifica lo sviluppo, riduce i costi di implementazione e accelera il time-to-market di un’ampia gamma di applicazioni di digital signage ricche di funzionalità avanzate e contenuti grafici che saranno veicolate da sistemi informativi e per punti vendita che saranno utilizzati per l’aggiornamento di sistemi discreti di tipo legacy.
Dal punto di vista tecnologico, il nucleo centrale di KOPS8000 è rappresentato da COMe-bSC6, una soluzione COM (Computer-on-Module) collaudata caratterizzata da funzioni grafiche avanzate e supporto per un’ampia gamma di display. Grazie a COMe-bSC6 gli OEM possono adottare un metodo modulare che consente implementazioni personalizzate ottimizzate ed economiche che risultano scalabili in termini di prestazioni grafiche e di elaborazione. Esso inoltre è in grado di supportare future evoluzioni dei requisiti delle applicazioni di digital signage, salvaguardando in tal modo gli investimenti fatti dall’utilizzatore.
Questo sistema, completamente compatibile con le specifiche OPS v1.0, integra i processori Intel® Core™ di seconda generazione (con un massimo di due core operanti a 2.7GHz) ed è pre-validato per l’uso con i sistemi operativi Windows Embedded di Microsoft (come WES7 Pro a 64-bit) e la tecnologia Intel® Audience Impression Metric (Intel® AIM Suite) basata sul software AVA (Anonymous Viewer Analytics). I sistemi di digital signage che utilizzano KOPS800 con AIM Suite e fanno girare un sistema per la gestione dei contenuti (CMS - Content Management System) possono simultaneamente visualizzare un filmato ad alta definizione e raccogliere preziose informazioni di natura demografica sugli spettatori senza invadere la loro privacy per inviare messaggio personalizzati all’audience di riferimento: in tal modo risulta possibile garantire una fruizione più coinvolgente per utilizzatore che può tradursi in significativi risparmi di costi di infrastruttura.
"Per i produttori di applicazioni per digital signage – ha detto Kevin Rhoads, Vice President della divisione Embedded Products di Kontron.- il nuovo KOPS800 rappresenta una soluzione ideale che semplifica l’installazione, l’utilizzo, la manutenzione e l’aggiornamento dei dispositivi e permette di superare molti dei problemi che attualmente affiggono questo tipo di applicazioni. La nostra azienda è divenuta un punto di riferimento nel settore delle tecnologie embedded scalabili e KOPS800 permette di realizzare progetti capaci di supportare future evoluzioni in quanto garantisce l’interoperabilità e la connettività in rete con altre apparecchiature. Senza dimenticare che AIM Suite supporta l’esigenza di molte società che stanno implementando e distribuendo sistemi di cartellonistica digitale connessi e "intelligenti" di poter disporre di contenuti dinamici".
Per illustrare le modalità di integrazione di KOPS800 con altri dispositivi e le migliorie che questa soluzione è in grado di apportare si può prendere come esempio un chiosco per le ordinazioni di un fast food. Una volta integrato KOPS800 – equipaggiato con un sistema operative WES7 Pro a 64 bit di Microsoft – in un display conforme alle specifiche OPS, lo sviluppatore ha accesso al software Intel® AIM pre-validato e al software per la gestione e la creazione dei contenuti. In questo modo il sistema è in grado da un lato di veicolare informazioni personalizzate all’utente e dall’altro di fornire dati relativi alle preferenze dell’utilizzatore al gestore del fast food in tempo reale. Per esempio, quando una madre con un bambino piccolo fa un'ordinazione al chiosco, il software Intel® AIM Suite consente di riconoscere le sembianze dell’acquirente e quindi di visualizzare una schermata promozionale relativa ad esempio a un piatto "salutare" per il piccolo accompagnato da un giocattolo.
Il consumatore a questo punto può decidere se optare per i(l) piatto(i) promozionale o ordinare scegliendo dal menu tradizionale. Il chiosco, attrezzato per gestire transazioni monetarie (con contanti e carte di credito o debito), fornisce lo scontrino e comunica l’ordine fatto alla cucina. Una volta pronto, un membro dello staff fornisce il piatto selezionato al consumatore ed esegue la scansione del codice a barre sullo scontrino a conferma della consegna del piatto. Nel momento in cui l’ordine viene comunicato alla cucina, i dati relativi al consumatore vengono anche trasferiti all’ufficio marketing che può così disporre di riscontri preziosi sull’efficacia delle promozioni.
"Abbiamo creato lo standard OPS per dare un contributo alla standardizzazione nel settore del digital signage – ha detto Jose Avalos, direttore per le attività di visual retail di Intel – in modo che aziende all’avanguardia come Kontron possano eliminare i problemi di integrazione tra l’engine di comunicazione e il display. Ora gli OEM sono in grado di fornire contenuti multimediali avanzati e i possessori dei sistemi sono in grado di rilevare e misurare la risposta dello spettatore per erogare contenuti personalizzati e raccogliere dati di marketing utili per prendere decisioni coerenti in tempi rapidissimi".
KOPS800 è basato sui processori Intel® Core™ i7 e sul chipset Intel® 6 Series HM65 /QM67. Esso è corredato con una vasta gamma di I/O accessibili esternamente che comprende connettore RJ-45 per Gigabit Ethernet, due porte USB 3.0, un connettore HDMI e presa audio. Kontron KOPS800 supporta anche I/O interconnessioni OPS JAE come HDMI, DisplayPort, USB 2.0 e 3.0. Per garantire una maggiore sicurezza, KOPS800 supporta Intel® vPro con tecnologia Intel® Active Management e può connettersi in modalità wireless sfruttando lo standard Wi-Fi (802.11 a/b/g/n). Per quel che concerne le risorse di memorizzazione sono disponibili fino a 8GB di memoria di sistema DDR3-1600 a doppio canale (non-ECC) e un HD mSata da 80GB.

Ritorno all'Indice
e 2012
Desigo V5: Innovations from Siemens increase building efficiency
The Siemens Building Technologies Division has introduced version 5 of its Desigo building automation system. Its innovative products such as Total Room Automation as well as efficiency features, like RoomOptiControl and Eco Monitoring, give building operators and users an active role in energy management, leading to permanent reductions in energy and maintenance costs.
A state-of-the-art building automation system is always optimized for energy-efficient operation. However, these optimized settings may start to drift over time. One of the underlying causes is often a lack of transparency for users who simply don't know how the setpoint changes they make can impact energy consumption. This is particularly true for air-conditioned rooms which are also equipped with lighting and sun protection controls. The new version of Desigo keeps room users and building operators apprised of the building's efficiency status. Feedback to users is given using the innovative Green Leaf display, adapted to the expertise and control options of each user group. The system makes it possible to change settings if needed to restore optimal energy efficiency. A study by Technische Universität München (TUM) indicates that by actively involving operators and users in the energy management of a building, energy consumption can be reduced by up to 25% without affecting comfort.
Total Room Automation offers energy savings without reducing comfort
The open, programmable room automation range Desigo Total Room Automation (TRA) is a holistic solution encompassing the HVAC, lighting and shading disciplines. Desigo TRA uses an innovative efficience feature called RoomOptiControl. It automatically detects unnecessary energy consumption in the room and notifies users by changing the color of the Green Leaf icon on the QMX3 room control unit: If room operations are energy efficient, this icon is green. If settings made by a room user lead to unnecessary energy consumption, the icon turns red. To reset room control to energy efficient operation, the user simply presses the display and the Green Leaf icon returns to green.
Using BACnet/IP, PXC3 room automation stations—also part of the TRA package—are integrated seamlessly into the PX automation level with its primary systems (heating generators, HVAC main units and cooling generators). The primary systems are controlled directly through the demand signals from the rooms. This means that the primary systems are only turned on if needed and their operation is adjusted so it meets the room requirements without exceeding them. One room automation station can cover multiple rooms. TRA offers complete integration of KNX, DALI and EnOcean devices; existing or new sensors and actuators from Siemens can be incorporated as well.
Eco Monitoring to reduce energy consumption and wear
Eco Monitoring is another innovative efficiency feature of Desigo. It monitors ongoing operations of HVAC systems based on energy-related quality condition indicators such as readings from temperature, humidity and pressure sensors, runtime, switching behavior and operational performance of the systems. Should deviations from the target state, inefficient operations or increased energy consumption occur, the building operator is notified via the Green Leaf display on the Desigo Insight management station. Current and future international standards (such as EN 15323:2007) require such a feature in order to optimize building operations over the long term.
Desigo Eco Monitoring not only helps optimize energy consumption, it also reduces wear. Thanks to its dynamic behavior and timely reporting, the Eco Monitoring feature recognizes unfavorable system operations early on, allowing operators to intervene immediately before any negative impact occurs. If desired, operators can choose to be notified of unusual events via text messaging (SMS), fax or e-mail.
Expanded networking of the automation level
Starting with version 5, Desigo also offers expanded end-to-end networking of the automation level. Enhanced support for communications standards ensures efficient system integration. The PXC series of compact automation stations has a higher number of universal inputs/outputs, which makes them much more flexible. To protect existing investments, different device generations, such as PTM and TX I/O modules and RXC room controllers, can be used in parallel on the same PX automation station.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Maggio 2012 20:39