Home Notizie Archivio 2011 Cloud Computing per affrontare le sfide del mercato
Cloud Computing per affrontare le sfide del mercato PDF Stampa
Scritto da Martina Fusco   


Cloud Computing per affrontare le sfide del mercato

02 Dicembre 2011

Due Cio italiani su tre scelgono il Cloud Computing. La scelta è legata alla flessibilità, possibilità di condividere le risorse, riduzione dei tempi di adozione. Piccole e medie imprese ancora indietro

Il mondo sta cambiando, le sfide imposte dal mercato sono sempre maggiori e le imprese sono chiamate a una trasformazione se vogliono essere in grado di affrontarle. Il volume di dati da gestire è in costante crescita, saranno quindi necessari strumenti adeguati e flessibili per riuscire a immagazzinarli e permetterne l’elaborazione.

La soluzione ce la suggerisce Stefano Mainetti, co direttore scientifico dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service del Politecnico di Milano, nel corso dell’evento Laboratoti ICT e Energia.

La spinta verso il cambiamento, secondo Mainetti, potrebbe arrivare grazie al Cloud Computing, una soluzione che offre la flessibilità necessaria per essere competitivi.

Dalla ricerca condotta dall’Osservatorio & ICT as a Service, su 168 Cio italiani, due manager responsabili della funzione aziendale information & communication technology su tre sono convinti che il Cloud rappresenti un trend rilevante per le imprese. Solo il 12% si è mostrato scettico. Per il 63% la scelta è legata alla flessibilità e per il 41% alla possibilità di condivisione di risorse. La riduzione dei tempi di adozione ed attivazione del servizio sono un evidente vantaggio, insieme alla riduzione dei costi di gestione interni e i minori investimenti iniziali. L’aspetto ritenuto a priori maggiormente critico risulta essere l’integrazione delle soluzioni Cloud con l’infrastruttura già esistente, insieme alla percezione della scarsa sicurezza dei dati e dell’immaturità dell’offerta. Tutti aspetti che al momento dell’attuazione si rivelano meno insidiosi.

La scelta da parte di molte aziende di affidarsi al Cloud mette dunque in luce la necessità sempre più sentita di avere a disposizione uno strumento elastico che cresce a seconda delle proprie esigenze.

Purtroppo la spina dorsale dell’economia italiana, le Piccole e medie imprese, risultano non essere ancora in grado di cogliere le opportunità di innovazione offerte dall’ICT. Le Pmi, sulle quali gravano anni di insufficienti investimenti tecnologici, non riescono ancora a uscire dal torpore. Solo il 3% utilizza già il Cloud, il 29% risulta non essere interessata, il 21% è interessato, ma solo il 7% davvero sperimenta, il 40% ha invece dichiarato una scarsa conoscenza.

tratto da: http://www.oipamagazine.eu

Ritorno all'Indice

 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

http://www.ilfattoquotidiano.it

Ultimo aggiornamento Domenica 11 Dicembre 2011 20:46